In Evidenza - http://www.ufficioliturgicoroma.it "La liturgia è il culmine verso cui tende l'azione della Chiesa e al tempo stesso, la fonte da cui promana tutta la sua energia." Questo sito vuole migliorare il servizio che l'Ufficio Liturgico offre alla Diocesi di Roma e ha lo scopo di rispondere alle diverse esigenze pastorali. it corso di approfondimento in pastorale liturgica Fri, 29 Jan 2021 10:50:08 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) L’Ufficio liturgico organizza con il Pontificio Istituto Liturgico di S. Anselmo un corso di approfondimento in pastorale liturgica, allo scopo di perfezionare la formazione di tutti coloro che si occupano di liturgia, dalla presidenza all’animazione, e sostenerli nell’affrontare le sfide a cui la Chiesa contemporanea è chiamata a rispondere. Si tratta di un passo in avanti per completare e approfondire i contenuti già acquisiti.


Il percorso formativo propone un itinerario che aiuti i partecipanti, attraverso le lezioni, il dialogo con i docenti e lo studio personale, a confrontarsi e riflettere sulle tematiche proposte, per elaborare un nuovo punto di vista ecclesiale sulla pastorale liturgica. Il corso è insegnato online in diretta (saranno rese fruibili anche le registrazioni) e alla fine di ogni lezione in genere è previsto un breve dibattito con il docente.

Il versamento del contributo spese non deve impedire a nessuno di partecipare;

per informazioni cliccare QUI

 

]]>
Indicazioni per la festa della Presentazione del Signore (2 febbraio) Thu, 28 Jan 2021 12:20:35 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) Per predisporre la celebrazione della Presentazione del Signore (2 febbraio) secondo le norme che evitano i contagi, l’Ufficio ha predisposto alcune semplici indicazioni, a cui attenersi.

 - Si eviti la prima forma: Processione.

 - La seconda forma, che prevede l’ingresso solenne, si può compiere così:
1. All'ingresso dei fedeli un incaricato che ha previamente disinfettato le mani, distribuisce le candele, evitando l'assembramento. Per le offerte si può collocare una apposita cassetta.
2. Prima dell'ingresso del presbitero, i fedeli sono radunati in chiesa con le candele accese (si può predisporre una lampada da cui attingere la luce, man mano che si entra nell'aula liturgica).
3. All'inizio della celebrazione il sacerdote si avvia verso l'altare con la candela accesa mentre si canta l'antifona: Luce per rivelarti alle genti. Possibilmente non accede al presbiterio e non si reca alla sede.
4. Quindi il sacerdote, rimanendo ai piedi dell'altare, rivolto verso il popolo, dopo il saluto e la monizione, benedice le candele e le asperge con l'acqua benedetta senza dire nulla.
Si riprende il canto alla luce, mentre il sacerdote dopo aver venerato e incensato l'altare si reca alla sede.
Quindi si intona il Gloria; poi si prega l'orazione colletta.



 

]]>
Sussidio: Evangelizzare con la liturgia Tue, 19 Jan 2021 12:33:00 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) Evangelizzare con la liturgia.

Schemi e catechesi sulla Messa.

 

La liturgia è una profonda esperienza di ciò che la fede proclama, quasi la dimensione mistica della vita cristiana, perché è insieme opera dello Spirito Santo e azione dell’uomo credente. Essa agisce nell’intimo, operando una vera trasformazione in colui che celebra.
L’azione liturgica deve coinvolgere tutti secondo la loro condizione e ministero nella Comunità. Questo implica una consapevolezza del significato dei gesti che accompagnano le parole, per sentire e gustare il Sacramento di salvezza che si celebra.
La liturgia appartiene alla Chiesa e ognuno deve accostarla con profondo rispetto; in essa infatti niente è posto in modo casuale, ma tutto obbedisce a una pedagogia che ha lo scopo di condurre alla visione interiore del Mistero che viene reso attuale nella celebrazione.
L’auspicata creatività voluta dalla riforma conciliare suppone uno studio attento e una scelta mirata dei segni, in modo da sottolineare i diversi momenti della celebrazione per farne avvertire la perenne novità e suscitare un’esperienza spirituale autentica in chi partecipa alla celebrazione. Si comprende perciò come la mistagogia sia un vero annuncio della fede che raggiunge la persona quanto più essa si lascia coinvolgere dall’azione liturgica.
Il sussidio che viene messo a disposizione è pensato a servizio di tutta la Comunità celebrante. Come ricorda la Sacrosanctum Concilium: «la Chiesa si preoccupa vivamente che i fedeli non assistano come estranei o muti spettatori a questo mistero di fede, ma che, comprendendolo bene per mezzo dei suoi riti e delle preghiere, partecipino all’azione sacra consapevolmente, piamente e attivamente; siano formati dalla parola di Dio; si nutrano alla mensa del corpo del Signore; rendano grazie a Dio; offrendo la vittima senza macchia, non soltanto per le mani del sacerdote, ma insieme con lui, imparino ad offrire se stessi, e di giorno in giorno, per la mediazione di Cristo, siano perfezionati nell’unità con Dio e tra di loro, di modo che Dio sia finalmente tutto in tutti» (n. 48).
Le schede preparate dall’ufficio liturgico diocesano possono diventare una opportunità per coinvolgere nell’azione liturgica tutti i battezzati, e in modo particolare coloro che seguono un percorso di iniziazione cristiana (per esempio i ragazzi che si preparano alla prima comunione o alla cresima, i fidanzati etc.). Quanto offerto può diventare una bella opportunità per educare tutti - adulti e ragazzi - alla preghiera della Chiesa.

Per scaricare il sussidio clicca qui.

]]>
Sussidio per la Domenica della Parola Sat, 16 Jan 2021 09:24:05 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) Cliccando qui è possibile scaricare il formato word e il pdf del sussidio per la celebrazione della Domenica della Parola.

]]>
Corso ONLINE sulla nuova edizione del messale Sun, 29 Nov 2020 22:35:43 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) La pubblicazione della nuova edizione del messale italiano è un’occasione favorevole per la prosecuzione di quel percorso di cura pastorale della liturgia che fu avviato con il Concilio e a cui si sono state dedicate molte energie negli ultimi decenni.
Per proseguire l’opera di attuazione della riforma, come più volte i papi hanno raccomandato, e per sperimentare che la liturgia è la via migliore per l’incontro con Dio e per l’annuncio delle meraviglie che ha compiuto, il Pontificio Istituto Liturgico e l’ufficio liturgico della diocesi di Roma propongono un breve corso di approfondimento della nuova edizione del messale. Lo scopo non è solo conoscere i riti o le rubriche, ma la teologia liturgica che è racchiusa nel libro liturgico, per far sì che la liturgia sia davvero l’incontro della comunità con il Risorto. È sempre viva, infatti, la tentazione di cadere nell’abitudine e nella routine e di passare da un libro liturgico alla nuova edizione senza cogliere lo spirito e il valore del lungo e paziente lavoro di assimilazione pratica del modello celebrativo.

Le lezioni verranno registrate e saranno rese fruibili nel giorno indicato su una pagina dedicata.

Per scaricare la locandina con il programma e le informazioni di iscrizione cliccare qui

]]>
Cambiamenti nella nuova edizione del Messale Italiano Mon, 23 Nov 2020 08:13:59 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) Cliccare qui per scaricare un breve sussidio stampabile, che riporta i cambiamenti per la nuova edizione del Messale nelle parti destinate ai fedeli.

]]>
Corso: liturgia per la pastorale 2020-2021 Sat, 04 Jul 2020 09:02:21 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) La presenza a Roma delle università pontificie e di vari istituti di ricerca offre una possibilità unica di studio e di aggiornamento. In particolare, il Pontificio Istituto
Liturgico, d’intesa con l’Ufficio Liturgico del Vicariato, apre le sue porte a quanti desiderano una solida formazione liturgica di base, offrendo un corso di liturgia per la pastorale, tenuto dai docenti della Facoltà.

Il corso è triennale e ciclico (quattro incontri introduttivi alla teologia, alla sacra Scrittura, all’ecclesiologia e alla liturgia, riproposti ogni anno per i nuovi iscritti permettono di iscriversi partendo da qualsiasi anno) ed è specificamente rivolto a formare gli studenti alla liturgia della Chiesa, mettendone in luce soprattutto la dimensione teologica e pastorale, ma offrendo anche i fondamenti storici e biblici. Non si richiedono titoli e competenze pregresse per accedervi.

La proposta è offerta in modo particolare ai candidati al diaconato e ai ministeri istituiti, alle religiose, ai membri dei gruppi liturgici parrocchiali, ai ministri straordinari della Comunione, a quanti esercitano un ministero di fatto e ai fedeli che vogliono approfondire la liturgia. Il corso si sviluppa in tre anni: ogni annualità si conclude con un esame-verifica dei contenuti appresi. A conclusione del triennio, gli studenti sono chiamati a una verifica complessiva che attesti la capacità di fare sintesi tra i vari insegnamenti ricevuti. Il superamento degli esami e della verifica finale dà diritto a un attestato (che non costituisce grado accademico) rilasciato dal Pontificio Ateneo S. Anselmo e dall’Ufficio Liturgico del Vicariato. Sono ammessi anche studenti che non volessero sostenere gli esami, a cui si rilascia un attestato di frequenza. A tutti vengono offerte delle sintesi scritte delle lezioni, su cui approfondire i temi trattati dai docenti e preparare l’esame.

Viene offerta anche la possibilità di partecipazione al corso via web, visualizzando i video delle lezioni e le dispense. L’esame annuale verterà su un programma leggermente più ampio. Chi si iscrive alla modalità via web può partecipare liberamente alle lezioni presso l’Ateneo S. Anselmo. Questa soluzione non è adottabile da coloro che si preparano al lettorato ed all’accolitato.

Sede:
Pontificio Ateneo S. Anselmo, Piazza dei Cavalieri di Malta, 4. Oppure in E-Learning sul nostro sito.

Le lezioni si tengono dalle ore 19,00 alle ore 20,30. Le prime cinque lezioni sono facoltative per chi si iscrive al secondo o al terzo anno del corso. Le lezioni in E-Learning sul nostro sito, sono disponibili per tutto l'anno accademico.

 

 

Alle lezioni si può partecipare anche via web.

Cliccando qui si può scaricare il programma dettagliato del corso. 

Cliccando qui si scarica il modulo di iscrizione.

Cliccando qui si scarica il regolamento del corso.

Scarica l'informativa sulla privacy e il consenso informato

Iscrizioni:
Presso l’Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma, piazza S. Giovanni in Laterano, 6A, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30. Oppure tramite versamento su CC o bonifico (leggi più avanti)

Nuovi iscritti - corso in aula:
Due foto formato tessera, uguali e recenti, modulo di iscrizione, contributo spese di euro 125,00.

 

Nuovi iscritti - corso e-learning (via web):
Due foto formato tessera, uguali e recenti, modulo di iscrizione, contributo spese di euro 160,00.
Le lezioni in aula saranno riprese con videocamera e rese disponibili per la visione sul sito internet dell’ufficio liturgico, al quale gli iscritti al corso e-learning potranno accedere con password personale.
Contestualmente sarà possibile scaricare in .pdf le dispense del corso.

Iscrizioni al 2° e 3° anno: Versamento di euro 125,00 (se vogliono proseguire con la soluzione e-learning via web, euro 160,00).

L’iscrizione si può effettuare anche versando il contributo spese tramite bollettino postale (Conto Corrente n. 31232002 intestato a Diocesi di Roma) o bonifico (IBAN: IT 16 M 03359 01600 100000010151 intestato a Diocesi di Roma, Piazza S. Giovanni in Laterano, 6A, Roma), specificando sempre nella causale “Corso liturgia pastorale S. Anselmo”. Copia del versamento, insieme con il modulo di iscrizione e due fototessere uguali e recenti vanno spediti per posta ordinaria o consegnati all’ufficio.
 

 

]]>
Corso: dalla teologia alla prassi Sat, 04 Jul 2020 09:02:08 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu) La facoltà di teologia del Pontificio Ateneo S. Anselmo, con il patrocinio dell'ufficio liturgico della Diocesi di Roma, organizza un corso intitolato

Dalla teologia liturgica alla prassi celebrativa

La riforma voluta dal Concilio ha segnato un approfondimento della teologia liturgica, unito a una maggiore presa di coscienza delle ricchezze racchiuse nella lex orandi e nella gestualità prevista dai libri liturgici. Talvolta però le giovani generazioni di ministri e presbiteri sperimentano qualche difficoltà nell’attuare le forme rituali previste, rischiando di scadere nel rubricismo (la ritualità fine a se stessa, ridotta ad esecuzione esatta, privata della valenza rituale, teologica e simbolica proprie della liturgia) o nella sciatteria (invenzioni arbitrarie e improvvisazione; nessuna cura per i segni, i gesti, la proclamazione) o nella creatività astrusa che inventa invece di seguire il solco della tradizione, improvvisa invece di preparare.

L'ateneo S. Anselmo ha sempre proposto corsi per aiutare laici e presbiteri a coniugare insieme la conoscenza teologica in ambito liturgico con una cura per l’arte del presiedere, animare e celebrare la liturgia, nella consapevolezza che la riforma si attua attraverso lo studio delle fonti e della teologia e mediante una cura della presidenza e dell’animazione liturgica, per garantire che tutti gli elementi rituali concorrano a esprimere il mistero che si celebra.
Al fine di proseguire questa tradizione anselmiana e rispondere alle attuali esigenze della Chiesa, l’ateneo completa la sua proposta formativa avviando un corso che aiuti a tradurre in prassi celebrativa le indicazioni teologiche e di esecuzione del rito che sono racchiuse nei libri liturgici. Infatti, se da un lato la semplice conoscenza della dimensione teologica non garantisce una presidenza celebrativa capace di esprimere il mistero che si celebra, dall’altra la mera esecuzione delle rubriche non assicura una fedeltà agli Ordines nel rispetto armonico di ciò che costituisce il rito.
Il corso rilegge i praenotanda dei singoli libri liturgici per ripercorrerne la teologia; offre suggerimenti per la preparazione ai sacramenti, la catechesi pre-sacramentale per accompagnare l’esperienza liturgica, aprire la strada alla mistagogia, confermare nella vita cristiana; esamina le indicazioni celebrative e rituali; propone soluzioni concrete sulla base delle forme racchiuse nell’Ordo; offre a diaconi e presbiteri le indicazioni per la presidenza della celebrazione mediante laboratori.

Cliccando su questo link su può scaricare il depliant con tutti i dettagli per l'iscrizione al corso.

]]>
corso formazione nuovi ministri straordinari della comunione Thu, 11 Jun 2020 17:29:12 GMT newsletter-nonrispondere@ufficioliturgicoroma.it (Young at Work communication - www.yatw.eu)
Per completare il corso dei nuovi ministri della comunione, che avevamo sospeso, abbiamo predisposto una soluzione più breve. Coloro i quali non potessero partecipare, potranno finire il corso precedente nel mese di ottobre/novembre, insieme con i prossimi iscritti.

Per scaricare il programma e completare il corso cliccare qui. 

 

]]>